secchio per trasporo malta; callarèlla (roman.)  ( DA TRECCANI : còfana s. f. [variante di cofano]. – 1. region. Paniere, cesto di vimini. 2. Recipiente di lamiera di ferro, di forma troncopiramidale a base quadrata, provvisto di due manici, che serve a portare la malta dal calcinaio ai ponti di servizio e, in genere, come recipiente portatile per i muratori. 3. fig., roman. Gran quantità (di cose, spec. cibi, che possano essere contenute in un recipiente): s’è mangiato una cdi fichi.)